Come l'industria della moda britannica sta aprendo la strada sia alla sostenibilità che alla creatività